ATTO COSTITUTIVO
DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE MOVIMENTO
“CENTO E PIU’ ARTISTI UNITI PER IL MONDO”
L’anno 2009, il giorno 16 del mese Novembre, AGENZIA DELLE ENTRATE TIVOLI - ROMA.


lunedì 10 ottobre 2016

DENUNCE FATTE TRE ANNI FA E CADUTE NEL'OBLIO DELL'INDIFFERENZA ISTITUZIONALE


UN SEVERO RICHIAMO ALLE ISTITUZIONI "DISTRATTE":

LA CULTURA IN BALIA DEGLI "AVVENTURIERI" IN AMMINISTRAZIONI COMUNALI!
UN EVENTO STRAORDINARIO DI ILLEGALITA' LEGALIZZATA.
ACCADE NEL 2011
...La chiusura decisa dal'esecutivo Comunale di Cerreto Laziale senza alcun preavviso ne motivazione della Galleria Comunale d'Arte Moderna e Contemporanea è da " incoscienti e irresponsabili" per avere inferto un "colpo mortale" alla già precaria economia Territoriale bloccando turismo (linfa vitale) per il paese, in particolar modo per le Scolaresche del Comprensivo "Cerreto" di cui ne fanno parte Gerano, Pisoniano, Ciciliano, Sambuci e Saracinesco. Ogni quindici giorni del mese il progetto "Arte e Scuola, Arte a Scuola" ideato e attivato dal sottoscritto in stretta collaborazione con i Docenti del "Comprensivo Cerreto" prevedeva l'incontro delle Scolaresche e Docenti con l'Artista di turno in esposizione nella Galleria Comunale per una breve lezione spiegazione sulle opere per un compito in classe. Progetto unico in tutta Italia con inizio dal 2003 fino al 2011 anno della chiusura "traumatica" della Galleria Comunale riconosciuta "astro nascente" o "Salotto buono del Territorio" dalle alte Cariche dello Stato: Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano, Presidente della Regione Lazio Marrazzo, Sindaco Di Roma Walter Veltroni ecc.. Un modo semplice di vitale importanza per avvicinare le nuove generazioni alla Cultura dalla prima elementare in in poi!

 Ogni atto irrispettoso e arrogante degli Amministratori a danno degli Artisti donatori è caduto nel'oblio dell'indifferenza generalizzata dei Cittadini del posto "passivi" e le Istituzioni "distratte".
Oggi, torno a ricordare agli uffici competenti dei Beni Culturali della Regione Lazio
 che continuerò a pubblicare su Facebook e su blog del Movimento "Cento Artisti per il Mondo" il vostro silenzio ASSORDANTE!  Presidente Orlando Serpietri.
E' D'obbligo citare uno dei fatti scandalosi commessi dal signor Rodolfo Cubeta vigile Urbano in servizio a Roma. Nominato dall'Amministrazione Comunale (senza bando di concorso) a neo Direttore della Galleria Comunale d'Arte, Galleria mai riaperta per le sue funzioni, il Rodolfo Cubeta, decide arbitrariamente senza alcun titolo una sommaria selezione delle 200 Opere acquisite che dovevano essere di diritto esposte al pubblico, più di centocinquanta vengono accatastate vergognosamente nei (cessi) locali adibiti al  Museo che doveva essere storicizzato con tutte le opere e successivamente aperto al pubblico, Mai aperto ne storicizzato, usato soltanto come deposito personale del signor Cubeta con la complicità degli Amministratori.
PROVE dimostrate da foto allegate.
SCEMPIO GRAVE AL PATRIMONIO DEL'UMANITA'!
Presidente Orlando Serpietri.


FOTO SCATTATE NEI CESSI, 
LOCALE CHE DOVEVA ESSERE ADIBITO A  MUSEO CIVICO DEL COMUNE.