ATTO COSTITUTIVO
DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE MOVIMENTO
“CENTO E PIU’ ARTISTI UNITI PER IL MONDO”
L’anno 2009, il giorno 16 del mese Novembre, AGENZIA DELLE ENTRATE TIVOLI - ROMA.


mercoledì 3 agosto 2016

Illuminati e Creativi: per lo sviluppo di una coscienza superiore


Ciao a tutti, 
sono la vostra vicepresidente e in questo post voglio chiarire il significato della parola 
'' illuminati'' all'interno del nostro movimento. 
Immagino che qualcuno se lo sarà anche chiesto, essendo ormai una parola che va di moda in negativo, se possa avere in qualche modo una certa attinenza con noi. 
Bene. Chi lo pensa sbaglia di grosso.
Noi non siamo una setta o una organizzazione a scopo di lucro o con cattive intenzioni verso di voi che ci sostenete o  l'europa intera. 
Noi Non vogliamo manipolare nessuno e non chiediamo denaro a nessuno.
Noi desideriamo che la figura dell'artista diventi una figura ILLUMINANTE, in tutti gli ambiti della vita proprio come accadeva un tempo.
 L'artista veniva ascoltato e considerato maggiormente, e influenzava la società, veniva considerato un patrimonio importantissimo e rispettato nella sua funzione, di grillo parlante, attraverso la sua arte aveva anche la funzione di smuovere le coscienze.
Trovò la fine di questo suo ruolo si può dire  già nel Decadentismo, nessuno oramai li ascoltava più, e percepivano proprio il sentire del tempo, nelle loro opere, ricordando una celebre frase del movimento letterario del decadentismo '' je suis l'empire a' la fin de la dècadence''.
L'artista ha continuato ad evolversi in seguito insieme alla società, e ai tempi con la ormai presenza dominante delle fabbriche e delle industrie,perdendo sempre più quella funzione.
Se un tempo veniva valorizzata e retribuita come un lavoro qualunque,(dicesi mecenatismo), OGGI questa figura viene totalmente calpestata, non valorizzata a dovere, nè dalla società né dalle istituzioni. Anzi l'artista viene lucrato e molto spesso illuso da altre organizzazioni con false promesse, che poi portano solo ad arricchire le tasche di questi mercanti d'arte, che han basato il loro mestiere sulla speculazione.

Insomma se fai l'artista non puoi essere più inserito come gli altri nella società, perché questa non ne riconosce più la sua funzione all'interno, o almeno non più come una volta.

 L'artigianato, è sempre più a rischio di estinzione con l'avvento dei macchinari moderni, stampanti 3D e digitali, che han trasformato la realizzazione di un'opera unica e irripetibile in qualcosa di commerciale,di serie, anche fatta molto bene e a poco prezzo, tanto che ormai chi fa questo lavoro seguendo una tradizione che richiede un certo tipo di tempi e costi, si sente già perso in partenza e con la voglia di mollare, dato che ormai è la frenesia del quotidiano e il mercato delle industrie a dettare legge. 

Qualcuno potrà dire che i tempi sono cambiati e non possiamo fare niente per contrastare l'inesorabile avanzata della tecnologia, ma al tempo stesso devo dire che ci ha resi degli automi, privi di empatia e affetti da sociopatia, non siamo più in grado di provare emozioni. 
La sensibilità e l'unicità di una persona viene vista come qualcosa di diverso e strano, ed emarginata, e meglio se eliminata, perché estranea alla funzionalità del gruppo/società.
Ma il fulcro di tutto è che noi vogliamo proprio preservare questa sensibilità, e utilizzarla come risorsa per l'evoluzione di una nuova coscienza, per salvare quel che c'è, e risvegliare quello che ancora è assopito.

Noi ci definiamo illuminati perché vogliamo illuminare a tutt'oggi nel 2016, le coscienze attraverso l'arte, stimolare il pensiero laterale, supportare professionisti di ogni settore proprio con la creatività, ricercatori , e chiunque voglia lasciarsi illuminare, a sviluppare una nuova coscienza superiore soprattutto anche grazie all'approccio quantistico, avvalendoci del supporto dei nostri scienziati / ricercatori sostenitori del nostro movimento che attraverso le loro opere sanno comunicare concetti nuovi e renderci partecipi del loro impegno nella ricerca scientifica , supportata dall'arte stessa.
Vogliamo illuminare coloro che dovrebbero riconoscerci di diritto come patrimonio del nostro paese, ed essere valorizzati finalmente per come meritiamo.
L'arte se solo lo volessimo può cambiare la nostra realtà, la nostra mente e le nostre azioni possono cambiarla.  
Se sei d'accordo con noi, non puoi fare altro che supportarci condividendo le tue opere in questo spazio, e divenire parte di un progetto e di un operato nobile e anche arduo, ma non impossibile, se siamo tutti insieme. Per l'europa.