ATTO COSTITUTIVO
DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE MOVIMENTO
“CENTO E PIU’ ARTISTI UNITI PER IL MONDO”
L’anno 2009, il giorno 16 del mese Novembre, AGENZIA DELLE ENTRATE TIVOLI - ROMA.


lunedì 13 marzo 2017

FLORINDA ZINNO ARTISTA DEL MOVIMENTO PRESENTA SAGGI MONOGRAFICI



FLORINDA ZINNO
Ti ho bramata ti ho desiderata nei più reconditi anfratti del mio agire Tu eri sempre e mai ti vedevo Il dolore era per me non aver di Te ancor la coscienza Tu eri sempre Mille sembianze assumevi come un camaleonte: nei sussulti del mio corpo nei deliri e nei voli della mia anima Tu eri sempre E sol lo seppi quando il vel di Maya dai miei occhi un principe dissipo' Tu eri sempre Conoscenza.
----------
Su sabbie mobili e salmastre paludi sospeso su baracconi scompaginati dove lascivi s'affrettano, in goffo rituale, venditori di lampade morenti s' erge solitario un ponte incantato Dal postribolo degli alienati dove vischioso, nel suo asfissiante risuccho, il silenzio cattura chi in esso s'attarda s' apre la porta su un candido fiume Se t'avventuri nell'attraversarlo Il linguaggio berrai del novello Jahve' sulle placide sponde delle sue fioriture.
-------------
Con inoppugnabile perseveranza andava un pescatore mandato da un orizzonte, pietrificato a catturare l'innocente e inerme respiro con l'arpione di un'inclemente corda E nel riverbero del tempo
mentre cresceva nel suo ventre la possibilità d'accogliere il battito di un cuore il pescatore mai più spegneva l'intima essenza di un alito alla vita.
----------------
Lasciatemi rotolare nella polvere scura per ricordarmi che viva ancor sono Lasciatemi rotolare nella polvere scura per ritornare più dentro la terra Lasciate che io m'imbratti i capelli per poterli ancora lavare Lasciatemi rotolare nella polvere scura per poterne infine scoprire i Segreto
-------------------
Lacrime che sgorgate infinite e pure dai miei occhi 
cessate il vostro cammino e Perle voi siate 
Perle chiare Perle lucenti come il manto al sole di cui io mi orno 
È bello il manto sapete!
E seppur di ferro leggero e trasparente è, come le nuvole nel cielo d'Aprile
              È bello il mio manto sapete!
Quando a sera la brezza invade il cielo e si fa sempre a te più vicina è nel suo tepore che io mi avvolgo Quando l'indifferenza ferisce il mio cuore è la sua nota più dolce che ne allevia la pena
 È bello il mio manto sapete!
E a chi ne chiede la provenienza:
              - Non una Fata me ne ha fatto dono ma Uccelli e Fiori
                                           l'han tessuto per me -
----------------------------
Dal Saggio monografico "Lasciatemi Rotolare Nella Polvere Scura"   - Book Editore -
  Il Saggio monografico descrive il percorso di chi vuole andare oltre gli schematismi precostituiti, i ruoli sociali imposti, oltre la soddisfazione egoistica dei propri bisogni per cercare di giungere alla realizzazione della capacità di amare e di comprendere in Senso più profondo il significato della vita.
Viaggi nel mondo della materia e in quelli dove le categorie di Spazio e Tempo non valgono più, dove tutto può essere, a dispetto della Logica corrente, il  contrario di tutto. Brandelli di Conoscenza della Materialità e squarci luminosi in quella "polvere scura"
come a lasciare intravedere una Danza di Luce,  consentendo la progressione sulla strada dell'autoconsapevolezza.